Fili, bicchieri di carta, quaderni, libri, giocattoli, bottiglie d’acqua, portamatite, fotografie, riviste, cellulare e milioni di post-it attaccati un po’ ovunque: sono questi gli oggetti che caratterizzano la scrivania del graphic designer.

Il luogo in cui lavori è in qualche modo un prolungamento di te stesso: decorare con oggetti personali lo spazio che ti circonda può essere un ottimo modo per stimolare la tua parte creativa ed innalzare il livello qualitativo dei tuoi progetti. Di fatto, per un graphic designer lavorare per ore in un ambiente “sterile” può, a lungo andare, essere noioso e controproducente.
In effetti la tua area di lavoro definisce anche la tua personalità. Una scrivania disordinata può essere un segno di forte creatività o contrariamente, caratterizzare una mente completamente caotica.
Tranquillo, non ti chiederò di sbarazzarti di tutta la tua roba ma un po’ di organizzazione non ti farà affatto male!

Workspace da Designer

10 consigli utili

1. È fondamentale per il graphic designer avere un ambiente ben strutturato, ma vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Cominciamo quindi a parlare di Workspace Organization! In questo articolo ti fornirò una serie di semplici ma efficaci consigli che renderanno il tuo lavoro decisamente meno stressante.

2. Imposta lo spazio di lavoro in base alle tue reali esigenze. Un posto di lavoro ben progettato deve essere dotato di tutti i comfort: assicurati di avere una seduta adatta a trascorrere molte ore avanti al pc.. la tua schiena te ne sarà grata!!!

3. Ricerca una buona illuminazione. Che si tratti di luce naturale o artificiale, una buona illuminazione fornisce più energia ed entusiasmo durante il lavoro.
Avrai notato come la tua mente si affatichi molto più facilmente proprio in situazione di scarsa illuminazione. Assicurati di posizionare il tuo spazio di lavoro proprio accanto ad una buona fonte di luce, noterai la differenza!

4. Crea il tuo angolo di libertà. Quando ti senti affaticato lascia vagare la mente e lo sguardo fuori dalla finestra: di tanto in tanto il graphic designer, come tutti i creativi, ha bisogno di staccare la spina per elaborare nuove idee. L’ispirazione che stavi aspettando potrebbe passare proprio.. dalla finestra!

5. Utilizza due monitor. Avere a disposizione due schermi può essere molto utile per lavorare a progetti molto complessi, soprattutto durante la fase di creazione e di ricerca degli elementi. Avere tutti gli elementi a portata di mano consente di risparmiare molto tempo e soprattutto fatica!

6. Crea il tuo “cassetto delle idee”. Non si sa mai quando sarai sorpreso dall’ispirazione; organizza uno spazio dove raccogliere e catalogare i diversi materiali (giornali, riviste, ritagli di giornali, libri). Eviterai il cosiddetto “blocco creativo”!

7. Organizza i tuoi file. Assegna un nome chiaro e dettagliato a ciascun progetto. Questo ti consentirà di risparmiare tempo durante la ricerca di un particolare file all’interno di una cartella molto articolata. Evita di denominare i file in modo generico e approssimativo (es definitivo_1,definitivo_2,..), creano confusione e la sovrascrittura di file simili tra loro.

8. Esegui il backup dei file presenti sul tuo computer. Assicurati di salvare periodicamente i progetti a cui stai lavorando, magari anche attraverso un hard disk esterno: giocare d’anticipo può salvarti la vita.. o quasi!!!

9. Ripulisci il desktop a fine giornata. Elimina i file che non sono più utili, crea apposite cartelle dove riporre le bozze, organizza una cronologia delle modifiche apportate ai progetti.

10. Libera la tua scrivania! Dai alla tua scrivania un attimo di respiro, liberati dagli oggetti inutili e.. goditi il tuo spazio!

Sei pronto a creare il tuo “workspace”?

Vuoi diventare un graphic designer? Iscriviti ai corsi della REA Romeur Academy!