DAM Academy è un marchio registrato Teorema srl

Game Designer: Quali sbocchi professionali?

Nel vasto mondo dell’industria dei videogiochi, una delle figure professionali più affascinanti e creative è senza dubbio quella del game designer. Ma cosa fa esattamente un game designer? Quali sono le opportunità di lavoro per chi desidera intraprendere questa carriera? E quanto può guadagnare un professionista di questo settore? In questo articolo esploreremo in dettaglio questi aspetti, fornendo una guida esaustiva per chi vuole trasformare la propria passione per i videogiochi in una professione.

Che lavoro fare se ti piacciono i videogiochi?

Se sei appassionato di videogiochi, ci sono molte carriere che potresti considerare oltre a quella del game designer:

  1. Programmatore di videogiochi: Specializzati nella scrittura del codice che anima i videogiochi.
  2. Artista digitale: Lavora sulla creazione degli elementi visivi dei giochi, come personaggi, ambienti e oggetti.
  3. Sound designer: Crea gli effetti sonori e le musiche che arricchiscono l’esperienza di gioco.
  4. Tester di videogiochi: Gioca e valuta i giochi per individuare bug e problemi di usabilità.
  5. Scrittore di videogiochi: Crea le trame e i dialoghi per i giochi, contribuendo a sviluppare storie coinvolgenti.

Cosa fa un game designer?

Il game designer è il cuore creativo di un videogioco. È responsabile della concezione e dello sviluppo delle meccaniche di gioco, delle regole, della trama, dei personaggi e dell’interazione con l’utente. Lavora a stretto contatto con altri professionisti del settore, come programmatori, artisti e sound designer, per creare un’esperienza di gioco coinvolgente e coerente.

Dove lavorare come game designer?

Il mercato del lavoro per i game designer è vasto e variegato. Ecco alcune delle principali opportunità:

  1. Aziende di sviluppo di videogiochi: La scelta più ovvia per un game designer è lavorare presso uno studio di sviluppo di videogiochi. Queste aziende possono variare da grandi multinazionali come Ubisoft, Electronic Arts e Nintendo, a piccole imprese indipendenti.
  2. Società di tecnologia e intrattenimento: Anche le aziende che non sono strettamente focalizzate sui videogiochi, come quelle nel settore della tecnologia e dell’intrattenimento, possono avere bisogno di game designer per progetti specifici, come applicazioni interattive o esperienze di realtà aumentata.
  3. Freelance e consulenza: Alcuni game designer scelgono di lavorare come liberi professionisti o consulenti, offrendo i loro servizi a varie aziende o lavorando su progetti personali.
  4. Industria dell’educazione: I game designer possono anche trovare impiego nel settore educativo, sviluppando giochi didattici e strumenti di apprendimento interattivi.

Lavorare con i videogiochi in Italia: dove e come?

L’industria dei videogiochi in Italia sta crescendo rapidamente, offrendo numerose opportunità di lavoro. Le città principali per trovare lavoro in questo settore sono Milano, Roma e Torino, dove si trovano molte delle più grandi aziende di sviluppo e studi indipendenti. Per entrare in questo mondo, è essenziale avere una forte passione per i videogiochi, una buona formazione accademica e una solida esperienza pratica. Partecipare a stage, lavorare su progetti personali e costruire un portfolio robusto sono passi cruciali per avviare una carriera di successo.

Quanto guadagna un designer di videogiochi?

Il salario di un game designer può variare notevolmente a seconda dell’esperienza, della posizione geografica e dell’azienda per cui lavora. Negli Stati Uniti, un game designer può guadagnare in media tra i 50.000 e i 100.000 dollari all’anno. Ma quanto guadagna un game designer in Italia? Nel nostro paese, un game designer alle prime armi può aspettarsi un salario annuo che va dai 20.000 ai 30.000 euro. Con l’aumentare dell’esperienza, lo stipendio può superare i 50.000 euro annui.

In quale Università studiare Game designer 

Diventare un game designer spesso richiede una combinazione di istruzione formale e esperienza pratica. In Italia, diverse università offrono corsi di laurea in Game Design, Grafica e Programmazione. Questi programmi forniscono una solida base teorica e pratica, coprendo aspetti come la progettazione dei giochi, la programmazione, l’arte digitale e la narrativa interattiva.

Parliamo più nel dettaglio dei corsi offerti dalle università italiane più rinomate nel campo del game design:

Politecnico di Milano:

Il Politecnico di Milano offre un corso di laurea triennale in Ingegneria Informatica e un corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica – Curriculum in Videogame Design. Questi programmi forniscono una solida base tecnica attraverso l’apprendimento della programmazione, delle basi di ingegneria del software e dell’informatica, insieme a una formazione specifica nel design dei videogiochi. Gli studenti hanno l’opportunità di lavorare su progetti pratici e collaborare con altri studenti provenienti da diverse discipline.

Università degli Studi di Verona:

L’Università degli Studi di Verona offre un corso di laurea triennale in Informatica per il Management e un corso di laurea magistrale in Informatica. All’interno di questi programmi, gli studenti possono scegliere corsi opzionali che li preparano specificamente per una carriera nel game design, come lo studio della grafica digitale, dell’intelligenza artificiale nei videogiochi e della progettazione di interfacce utente. Inoltre, l’università promuove attivamente progetti pratici e stage presso aziende del settore.

Istituto Europeo di Design (IED):

L’Istituto Europeo di Design offre corsi di laurea triennale e magistrale in Digital & Interaction Design, con un focus particolare sul design dei videogiochi e delle esperienze interattive. Questi programmi forniscono agli studenti una solida formazione artistica e creativa, insieme a competenze pratiche nel design digitale, nella grafica 3D e nell’animazione. Gli studenti hanno l’opportunità di lavorare su progetti pratici in collaborazione con aziende del settore e partecipare a workshop e conferenze con professionisti del settore.

Triennale in Game Design di DAM Academy

In un’epoca in cui lo sviluppo digitale è parte integrante della cultura contemporanea, la DAM Academy offre una Triennale European Bachelor of Arts in Game Design & Developing, pensata per formare professionisti completi e capaci di affrontare le sfide dinamiche e l’evoluzione continua del mondo del videogioco. Questo percorso formativo fornisce le competenze necessarie per entrare nel cuore pulsante dell’industria videoludica e della progettazione interattiva. Gli studenti acquisiranno una solida base teorica e pratica, che comprende il game design, la programmazione, la grafica 3D e 2D, e l’interactive storytelling. Attraverso laboratori, workshop e progetti pratici, avranno l’opportunità di sviluppare giochi completi, lavorando in team e confrontandosi con professionisti del settore. La triennale è il punto di partenza ideale per chi desidera trasformare la propria passione per i videogiochi in una carriera di successo.

In generale, i corsi offerti da queste università coprono una vasta gamma di argomenti fondamentali per il game design, tra cui la

  • progettazione concettuale dei giochi,
  • la programmazione e lo sviluppo di software,
  • la grafica digitale e l’animazione,
  • nonché la narrazione interattiva e
  • la psicologia dei giocatori.

Queste istituzioni forniscono agli studenti le competenze e le conoscenze necessarie per entrare con successo nel mondo dell’industria dei videogiochi, sia in Italia che a livello internazionale.

La carriera di game designer offre molte opportunità per chi ha passione, creatività e determinazione. Che tu voglia lavorare per una grande azienda o avviare il tuo studio indipendente, il mondo dei videogiochi è pieno di possibilità. Investire in una buona formazione e acquisire esperienza pratica sono i primi passi per trasformare il tuo sogno in realtà.

I CORSI DAM ACADEMY

FOTOGRAFIA

ADV & POST

CINEMA &

NEW MEDIA

GRAPHIC E WEB

COMMUNICATION

BEAUTY DESIGNER &

EVENT MANAGER

EVENT

MANAGEMENT