Uno dei più grandi miti che riguarda la creatività è che si ha o non si ha. In realtà questo non è esatto. Ognuno è in grado di pensare in modo creativo e tutti possono imparare a sfruttare la propria creatività nella vita di tutti i giorni.

La creatività è l’atto di trasformare idee nuove e fantasiose in realtà. La creatività è caratterizzata dalla capacità di percepire il mondo in modo nuovo, per trovare modelli nascosti, per effettuare connessioni tra fenomeni apparentemente non correlati e generare soluzioni. La creatività coinvolge due processi: il pensare e l’agire. Se hai idee innovative, ma non sai come trasformale in realtà, sei fantasioso.. ma non creativo!

Prima di tutto occorre analizzare la quotidianità come uno “sforzo creativo”: si, hai capito bene!
Occorre elaborare strategie e soluzioni ottimali partendo dal presupposto che la maggior parte dei problemi che complicano le giornate può avere una soluzione creativa.

Molti credono che la creatività venga fuori sotto pressione. Certo, le situazioni di forte stress aiutano a riflettere in modo veloce ed efficace ma si tratta pur sempre di circostanze straordinarie. La mente necessita di tempo per elaborare le informazioni e per pianificare le diverse soluzioni.
Questo è processo è chiamato “tempo di incubazione” e rappresenta un passaggio cruciale per la creatività. Che tu ci creda o no anche le emozioni, sia positive che negative, sono in grado di influenzare concretamente il processo creativo.

Sicuramente sarà capitato anche a te di avere il cosiddetto “blocco creativo”, magari vicino ad una scadenza importante. Prima di tutto spegni il computer (si, fidati!), rilassati e magari fai un pisolino: la tua mente necessita di riposo per poter assimilare le informazioni e produrre nuove idee.
Ad ogni modo assicurati di avere sempre il tempo per pianificare il giusto modus operandi: la creatività non è solo improvvisazione!

Creatività è pensare fuori dagli schemi!

Quando si affronta un nuovo progetto, un nuovo lavoro, occorre prima di tutto lasciarsi alle spalle i preconcetti e analizzare le informazioni in modo incondizionato.
La cosa fondamentale per un creativo o aspirante tale è cercare di avere una mente “libera”. La cosa peggiore per la creatività è avere dei limiti. Fai nuove esperienze, osserva, scrivi, leggi, gioca con i materiali. Aiuta il tuo cervello a trovare nuovi stimoli.

“Adatta la tecnica all’idea, non l’idea alla tecnica”
Bill Bernbach (pubblicitario)

Le menti creative generalmente amano nuotare controcorrente, non seguire le regole, amano porsi nuovi obbiettivi. Ma non esagerare!
L’assunzione di rischi è di vitale importanza per la vera creatività. Essere disposti ad ammettere che non si sa tutto è fondamentale per il successo creativo. L’arroganza è il peggior nemico della creatività: libera la tua curiosità, sii pronto a metterti in discussione e poni le giuste domande senza preoccuparti del pensiero altrui.

In realtà abbiamo ancora molto da imparare sulla creatività: abbiamo voglia di scoprire cosa si nasconde dietro ad un pensiero originale, come tutte le nostre esperienze, idee e desideri riescano a mescolarsi fino a creare qualcosa di unico!

Qual è il tuo modo di essere creativo?