Marco Farina

  • MATERIE: Comunicazione Multimediale, Impaginazione Editoriale, Montaggio Video, ADV

BIO


Classe 1983. Consegue la Laurea Magistrale in Produzione Multimediale a Tor Vergata nel 2012 e successivamente il Master di II livello in Graphic & Web Communication alla Romeur Academy.

Durante gli studi universitari approfondisce le tecniche di scrittura e montaggio video.Nel 2011 diventa insegnante per l’ICS di Roma nel corso di Scrittura Creativa. Nel 2012 viene pubblicato un suo racconto dal titolo “Mutagenesis” nel libro raccolta “I Racconti di Horrror Project”.

Inizia la sua carriera come regista, montatore e sceneggiatore per prodotti audiovisivi di ogni genere: cortometraggi, documentari, film e web series. Partecipa a festival internazionali come “Another Hole in the Head” di San Francisco, “Arcipelago” e “Fantafestival” di Roma. Nel 2013 viene distribuito nelle sale italiane prima, ed in blu-ray disk poi, il film “Paranormal Stories”, di cui firma l’episodio “Urla in Collina”.

Sempre nel 2013 si avvicina al mondo pubblicitario realizzando spot video per aziende attive nel settore del turismo. Diventa così freelance per dedicarsi totalmente alla Comunicazione Visiva.

Collabora con aziende come Ducati Caffè Roma, 1001Birre, BL Italia, Paesi On Line, Beerland, Foob, Hullabaloop, Teatro Sala Uno ed artisti come Tiziano Guardini (Alta Moda), Dante Mortet (Scultore) e Federica Zuccheri (Pittrice).

Nel 2014 inizia a collaborare con la REA Academy come Graphic & Web Designer, per poi diventare docente nei corsi di Grafica, Web, Video Post Producer e Fotografia dal 2016 ad oggi.

Nell’anno accademico 2017/18 diventa Responsabile della Comunicazione della REA Academy, gestendo ed organizzando (sotto il profilo della comunicazione) tutti gli eventi e le partnership che si susseguono durante gli anni (Miss Italia, Altaroma, Festa del Cinema di Roma, Romics, Avid, Roma Fiction Fest).

Programma Didattico

MACRO TEMI AFFRONTATI

  • INTRODUZIONE AL CORSO INDESIGN CONCETTI DI BASE – GRAPHIC DESIGN: Presentazione del programma didattico generale e dei progetti didattici di classe: la rivista creativa, la brochure, il portfolio 70 ore concetti base sull’uso del colore, colori pantone e gli altri standard di riferimento, formati standard dei files e differenze, unità di misura e riferimenti, formati di carta, formati editoriali, panoramica della fase di stampa, panoramica dei modelli digitali per l’impaginazione.
  • INTRODUZIONE AL SOFTWARE – PRESENTAZIONE DI INDESIGN: A cosa serve indesign, l’integrazione di indesign nel flusso di lavoro adobe, finalità e destinazione d’uso, potenzialità del software.
  • INTRODUZIONE AL SOFTWARE – IL LAYOUT DI INDESIGN: Studio della struttura e delle linee guida principali da tenere in considerazione per il suo utilizzo, palette e strumenti di base con dimostrazione pratica dei “modelli di layout” disponibili per indesign, approfondimento sugli strumenti essenziali da conoscere per lavorare in indesign.
  • INDESIGN – LE FUNZIONI: Creazione di un nuovo file, il foglio di lavoro, il pannello delle pagine, approfondimento uso mastro e sezioni di pagina, la creazione dei “contenitori”: box, forme e guide identificative, la gestione dei livelli in indesign, creazione di un elemento testuale nel foglio e poi nelle mastro, formattazione del resto (caratteri, paragrafi, colore, contenuti), stili di carattere e stili di paragrafo, guida all’importazione dei files, la gestione dei link e dei collegamenti, distribuzione del testo sulle forme, disegno vettoriale, pannello stile distribuzione del testo intorno ad una forma, pannello oggetto + stili di livello, impaginazione avanzata.
  • PREPARARE UN PROGETTO: Lezioni pratiche attraverso l’utilizzo di InDesign: brochure, flyer, rivista, portfolio, bigliettino da visita, volantino fronte retro, pieghevole a tre ante, quartino.
  • STAMPA: Approfondimento ed esempi formati di stampa, Studio delle principali tecniche e tecnologie di stampa, Verifica finale del file per la stampa, L’esportazione finale del file (esportazione, standard, modelli “pacchetto” e file XMP), Le tipografie online e quelle offline.